PRESS

Risultati aste autunnali 2018.

Si conclude con successo la sessione invernale delle aste BLINDARTE che fanno segnare un ottimo risultato chiudendo il 2018 con un successo superiore alle aspettative.

Si conclude con successo la sessione invernale delle aste BLINDARTE che fanno segnare un ottimo risultato chiudendo il 2018 con un successo superiore alle aspettative.

Come sempre la maggior parte delle aggiudicazioni sono avvenute per telefono, ma con le aste di dicembre si è anche inaugurata la BLINDARTELIVE, una sezione del nuovissimo sito della casa d’aste, che dà la possibilità ai clienti BLINDARTE di partecipare in tempo reale al momento dell’asta rilanciando sul lotto di proprio interesse comodamente dal proprio pc o dal proprio portatile. La BLINDARTELIVE è però riservata, così come le ONLINE AUCTIONS della BLINDARTE, a coloro che si sono correttamente registrati sul sito della BLINDARTE.

Tra i lotti di maggior interesse dell’asta 90 appena conclusasi va senza dubbio annoverato il bellissimo dipinto di Hans Hartung aggiudicato al telefono per circa 150.000 euro, di successo anche le gouaches di Fernand Léger, molte delle quali sono state aggiudicate al telefono da clienti stranieri.
Aggiudicato anche il bel dipinto di Bruno Munari per oltre 17.000 euro e il dipinto BLU su tela estroflessa di Agostino Bonalumi per circa 25.000 euro. Vendute tutte le opere sia di Mario Schifano che di Carla Accardi. Bene anche la scultura di Arnaldo Pomodoro e l’opera su carta di Alighiero Boetti. Aggiudicato il bel lavoro di Giulio Paolini per oltre 10.000 euro.


Una vera e propria gara al rialzo si è svolta invece per il bel lavoro museale di Omar Galliani che con una stima di euro 10.000/15.000, è stato aggiudicato in ultima battuta a ben oltre 17.000 euro. Benissimo il Vesuvius di Andy Warhol che, con una stima iniziale di euro 30.000/40.000, è stato infine battuto per oltre 47.000 euro.

La scultura di Jan Fabre è stata aggiudicata a quasi 6.000 euro e il lavoro degli irriverenti Elmgreen and Dragset, dopo una rapida gara, è stato aggiudicato per offerta scritta a quasi 25.000 euro.
Tra i lotti che hanno sorpreso di più per i continui rilanci che hanno portato le aggiudicazioni molto in alto rispetto alle valutazioni troviamo la sorprendente opera di Fabrizio Corneli che, con una stima di euro 2.000/2.500 è stato poi aggiudicato alla cifra record di euro 15.500.
Molto bene anche per Umberto Manzo, la sua grande opera infatti, dopo i continui rilanci telefonici, è stata aggiudicata per oltre 17.000 euro da una stima di 6.000/8.000.
Molto apprezzati anche i piccoli dipinti di Antonio Calderara venduti ben oltre le stime (il lotto 36 - Funghi - dopo un vivace scambio di battute, è stato aggiudicato a 5.700 euro da una stima di
2.000/3.000). Infine, è il caso di sottolineare il buon risultato ottenuto dal dipinto di Joe Colombo che, partendo da una stima di 2.000/3.000 euro, è stato battuto a 3.700 e quello raggiunto dall’opera di Pino Deodato che, arrivando ai 3.720 euro, ha più che raddoppiato la sua stima minima partendo da una stima iniziale di 1.500/2.000 euro.